Il welfare della “camorra nostra”, più efficiente di quello dello Stato

Perché il clan Nuvoletta - Polverino – Orlando, per trentacinque anni hanno sostenuto economicamente le famiglie degli assassini di Giancarlo Siani?

Nel 2018 ho pubblicato per la casa editrice polidoroeditore.it il libro “ NA K14314. Le strade della Méhari di Giancarlo Siani” nel quale, al capitolo “Viaggio nelle zone d’ombra”, dopo aver analizzato molte carte giudiziarie sul caso Siani (il giornalista fu ucciso il 23 settembre del 1985), ho formulato diverse domande, che a mio avviso ancora non hanno ottenuto risposta.

Continua a leggere


L’oste è vecchio e stanco

Chiude la Puteca de mieru, il luogo dove si incontravano le anime belle del Salento

Due stanze dove un tempo abitava un certo Marsiminio, un laborioso contadino del Salento con sua moglie. Due stanze che per molto tempo, dopo la morte del contadino amico di mio padre (ma lì, in quella via Vittorio Emanuele II, a Minervino di Lecce, erano tutti amici, un tempo), erano rimaste vuote e stavano per crollare.

Continua a leggere


Dodicesimo anniversario dell’assassinio di Mimmo Noviello tra velata censura e solitudine

Oggi, 16 maggio 2020, ricorre il dodicesimo anniversario dell’assassinio di Domenico Noviello e quest’anno, a quanto è dato di sapere, a causa delle note restrizioni in materia di assembramenti, non ci saranno commemorazioni da organizzare: niente prefetti, questori, magistrati, uomini impegnati nella cosiddetta antimafia sociale, niente scolaresche distratte ad assistere alla commemorazione dell’imprenditore di Castel Volturno.

Continua a leggere


Riflessioni critiche su una parata e le lacrime di un bambino

Ho più volte sostenuto che per capire uno sbirro ci vuole sempre un altro sbirro. Lo affermo con convinzione, perché solo chi indossa una divisa o chi come me l’ha indossata per lungo tempo può capire le emozioni che dietro a quella corazza si celano. E credetemi sono tante le emozioni degli uomini in divisa e molte anche contrastanti.

Continua a leggere